Loader

LA PIGIATURA

LA PIGIATURA –

PISKV X BOCCA DI LUPO – 2024

 

 

INTRODUZIONE

“La Pigiatura” nasce nel maggio 2024. L’opera si trova a Minervino Murge, caratteristico borgo dell’entroterra pugliese dove ha sede la Tenuta Bocca di Lupo, di proprietà della storica azienda vinicola Tormaresca. Proprio da questa unione nasce questo progetto che parla di tradizione, cultura, radici.

 

 

IL DISEGNO

Il murale ci presenta un disegno molto dinamico e allegro: un uomo e una donna che, mentre ballano con in mano bottiglia e calice, si dilettano nell’antica arte di pigiare l’uva con i piedi. I due personaggi, dipinti in bianco e nero su uno sfondo colorato, sono in realtà gli attori Stefano Satta Flores e Rosanna Santoro : sono due protagonisti del film “I Basilischi”, primo film della regista Premio Oscar Lina Wertmüller, girato in gran parte proprio nel comune che ospita il murale, Minervino Murge.

 

“I Basilischi” è un bozzetto della vita in un paese del Meridione, disegnato attraverso la figura di due amici, uno studente e un ragioniere. I due trascorrono le giornate negli stessi luoghi, facendo i medesimi discorsi, preferendo la monotonia quotidiana a qualunque altro possibile sbocco.  La regista nel film approfondisce l’indagine psicologica e sociale della realtà meridionale. Elemento ricorrente nel lungometraggio, il Twistgenere musicale diffuso negli anni sessanta e diventato famoso per l’omonimo ballo. Grazie a questi elementi che hanno dato molta ispirazione all’artista, Stefano Satta Flores e Rosanna Santoro, rivivono sul murale ballando il Twist e metaforicamente, pigiando l’uva.

 

Andando avanti con l’osservazione del disegno notiamo come i protagonisti siano vestiti nella parte superiore del murale e scalzi nella parte inferiore. L’artista ha diviso in due parti la scena sia per ovviare all’interruzione fisica dei cavi elettrici sia per creare un parallelismo: nella parte superiore i personaggi conservano precisamente i costumi del film e si dilettano a bere e a ballare, nella parte inferiore invece i loro piedi sono scalzi come di consuetudine nella pratica della pigiatura; questo binomio è dunque una metafora tra il movimento del ballo e l’atto della pigiatura (che altresì era vissuto come un momento di festa dovuto al raccolto.

 

Sullo sfondo dell’opera, si staglia il salone della tenuta Bocca di Lupo, caratterizzato dalle sue vetrate che aprono la vista al bellissimo panorama della dimora. Al centro del murale,  la riproduzione della bottiglia di Aglianico Bocca di Lupo, protagonista indiscussa dell’opera.

 

EXTRA

Il murale è stato realizzato in 7 giorni e la sua superficie totale è di circa 90 metri quadri per una altezza massima di circa 14 m. Per tutta la realizzazione è stato necessario l’utilizzo di una piattaforma elevatrice.

 

 

CURIOSITÀ:

Questo non è l’unico murale in cui Piskv racconta della storia e delle tradizioni popolari del Sud Italia, in particolare della sua Puglia.  Ricordiamo tra i tanti Canosa Madre Mia, Si colora quando tocca le sue mani,  Amarcord, Thriller, Le chiavi del cielo, Mandala.

Date
Category
3d, Brand Collab, Mural, Street Art
Tags
aglianico, arte, bocca di lupo, minervino murge, murales, pigiatura, piskv, tormaresca
No Comments

Post A Comment